SECONDA CAT. DOLIANOVA-POL.ISILI 2-1

22/02/2015
Calcio | LND
Pubblicato da Bachisio Pirisi

DSCN3051

Sia chiaro prima di tutto che l’Isili è ormai da anni abituato alle sconfitte, che sono anni che lo stare in fondo alla classifica è diventata più che un abitudine, quasi una fobia, ma se al termine di un ciclo estremamente positivo e comune alle squadre impelagate in questa situazione, ci si debba confrontare anche con arbitraggi di scarso livello, beh allora, chiaramente diventa tutto più difficile.

Nella partita odierna in quel di Dolianova, pur tra assenze di rilievo, l’Isili di Putzu/Melis, era riuscito ad imbrigliare i padroni di casa con giocate semplici ed efficaci e con una circolazione di palla che squadre in posizioni più tranquille di classifica si sognano.

Tattica che ha portato Luca Melis, servito magistralmente dall’imprendibile Zedda, alla sua prima segnatura stagionale ed al vantaggio meritato, complice un Dolianova poco incisivo e pericoloso in zona Meloni.

Cambia tutto nella ripresa con un dubbio rigore trasformato dai padroni di casa e la tensione che giustamente sale, vista la posta in palio.

Ne fa le spese la tranquillità dell’arbitro che non regge la pressione psicologica dei padroni di casa protesi alla ricerca del vantaggio e la paura dell’Isili che seppur tra mille difficoltà crea nuove occasioni da rete.

Quando poi, la sfortuna sommata al fango del pessimo terreno di gioco, imbriglia le mani del portiere Meloni che da il là alla rete dei padroni di casa, per il direttore di gara e per la regolarità della partita, è buio pesto.

Impensabile ammonire (e poi espellere considerato che era il secondo giallo) Davide Orrù, “reo” di aver calciato fuori dall’impianto di gioco un pallone che cercava di inseguire.

Da quel momento una serie di errori e grande confusione mentale del Signor Arbitro, che pur non incidendo direttamente sul risultato, rendono vana ogni ripartenza dell’Isili ormai psicologicamente atterrato dalle sue decisioni.

Raramente ci si è spinti fino a questo a giudicare l’arbitro, ma oggi, più di tante altre volte, l’Isili è stato danneggiato dalle decisioni del direttore di gara, apparso non al livello dell’importanza della gara.

Peccato perchè l’impegno dei rossoblù scesi in campo è stato oltre il limite delle fatiche umane, cosi come accade ogni settimana agli allenamenti.

Prossimo incontro, probabilmente anticipato a sabato 28 febbraio 2015, contro la Virtus Villamar.

Oggi non bravi, ma grandi tutti. Forza Isili

 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizie Correlate

UFFICIALE – MIRKO ATZENI E’ ROSSOBLU

UFFICIALE – MIRKO ATZENI E’ ROSSOBLU

Parte col botto la campagna acquisti della Polisportiva Isili, che poche ore fà si è aggiudicata le prestazioni di Mirko Atzeni, talento nurrese del Sarcidano, finalmente in rossoblù, per un matrimonio che prima o poi si sarebbe realizzato. Difensore arcigno, sicuro e...

STAGIONE CALCISTICA AL ROMPETE LE RIGHE.

STAGIONE CALCISTICA AL ROMPETE LE RIGHE.

La data del 30 giugno, ha sancito la fine della stagione calcistica della nostra Società e come sempre in questi giorni, è tempo di bilanci che permettono di esaminare il lavoro fatto, i risultati conseguiti ed essere pronti a programmare una nuova annata. La prima...

TORNEO GIOVANILE. NUMERI DA RECORD

TORNEO GIOVANILE. NUMERI DA RECORD

Calato il sipario sulla XXI^ edizione del torneo di calcio giovanile Cìttà di Isili che si è svolto tra lunedì 10 e domenica 16 giugno. Un'edizione tra le più riuscite degli ultimi anni, con  ben 84 squadre di piccoli calciatori a rappresentare le 36 società che hanno...

GIOVANISSIMI – LA SCONFITTA NON MACCHIA IL RISULTATO STORICO

GIOVANISSIMI – LA SCONFITTA NON MACCHIA IL RISULTATO STORICO

Grande è stata la delusione al fischio finale dell’arbitro, al termine della finale tra le vincitrici dei rispettivi gironi del campionato provinciale Giovanissimi, andata al Sinnai che ha avuto la meglio sull’Isili per 6-2. Un 6-2 che, a dirla tutta, umilia troppo...

GLI ALLIEVI SONO IL FUTURO MA ANCHE TANTO PRESENTE

GLI ALLIEVI SONO IL FUTURO MA ANCHE TANTO PRESENTE

Nel calcio si parla sempre del futuro dei ragazzi e delle squadre in tempi in cui i numeri della situazione demografica regionale e non solo, sono da ritenere quanto meno preoccupanti. Le stesse ansie che si vivono a Isili, con la squadra che milita nel campionato di...

Sponsor

Sponsor