BUONA LA PRIMA. PRIMAVERA SODDISFATTA, IN ATTESA DI NUOVE COLLABORAZIONI


Si sono da poco conclusi i giorni di ritiro precampionato della squadra Primavera del Cagliari Calcio che quest’anno ha scelto Isili come sede della preparazione, in vista dell’imminente ritorno alle gare ufficiali.

Vecchio sogno delle Amministrazioni che si sono succedute, ma soprattutto della Polisportiva Isili, tra il 5 ed il 13 agosto scorsi, i ragazzi della primavera del Cagliari Calcio, si sono dati appuntamento per le fatiche precampionato, guidati da Mister Canzi e dal suo staff.

A sudare tra campo, piscina e palestra, i giovani rossoblù hanno sacrificato le loro forze per assecondare i dettami e le indicazioni del caso.

Dall’altra parte, la Polisportiva Isili chiamata ad un nuovo importante e impegnativo compito, che a dirla tutta è stato svolto col solito encomiabile risultato.

La presenza di una squadra di calcio in ritiro precampionato presupponeva impegni dal punto di vista logistico e di ospitalità ed a bocce ferme, crediamo tutto sia  andato secondo quanto previsto.

Lo splendido manto erboso dell’Ottavio Corda, malgrado il suo quotidiano ingiallimento dovuto alle temperature oltre la media, ha comunque retto; la palestra ha assecondato le richieste della dirigenza e la vicina piscina ha consolato muscoli e testa dei calciatori.

Tra la Polisportiva e i calciatori, lo staff del Cagliari Calcio.

A partire dal responsabile del settore giovanile Pier Luigi Carta, coadiuvato sul posto da Daniele Conti e dal Team Manager Roberto Aracu, hanno quotidianamente lavorato per la buona riuscita del ritiro precampionato insieme al  dirigente accompagnatore Sergio Fanti, all’allenatore in 2^ Alessandro Agostini, al preparatore dei portieri Antonello Brambilla, al preparatore atletico Marco Caligaris, al macht analysis Davide Marfella, al responsabile medico Paolo Cugia, al medico Matteo Manunza e ai fisioterapisti Stefano Bertesaghi  e Marco Cabitza e ai magazzinieri Tonino Deidda e Raffaele Spiga.

Team di rara competenza, guidati da Mister Canzi che dall’alto della sua esperienza, ha brillantemente  coordinato tutto il ritiro.

Al termine di questi test, Mister Canzi avrà sicuramente tratto le sue conclusione tecnico-tattiche, ma era importante per la Polisportiva Isili, capire quanto e come questo territorio avrebbe potuto dare in termini di tranquillità e logistica.

I risultati, sono sotto gli occhi di tutti, con i sorrisi dei ragazzi che hanno partecipato al ritiro, col sorriso di chi li ha seguiti ed è venuto da casa con grande apprensione e soddisfazione e con le pacche sulle spalle del personale dello staff del Cagliari Calcio, apparso alla fine soddisfatto di quanto vissuto a Isili.

Come detto, era un vecchio sogno.

Il sogno è diventato una scommessa ed alla fine dell’avventura, crediamo sinceramente possa essere uno dei tanti modi per promuovere il territorio e fare in modo che Isili possa sfruttare finalmente le strutture sportive che in tanti ci invidiano.

A ripercorre questi nove giorni, il pensiero va a noi della Polisportiva che abbiamo sostenuto con molta passione le giornate isilesi dei calciatori del Cagliari, va al personale dell’Hotel Cardellino che li ha coccolati con la consueta ospitalità e va a tutti gli isilesi che hanno reso tranquillo e rilassante il soggiorno dei giocatori ed accompagnatori, lasciando loro vivere le giornate faticose con la dovuta calma.

Un grazie quindi anche alla popolazione di Isili che ha seguito in maniera discreta ogni spostamento dei giovani rossoblù per le vie del nostro centro.

Ringraziamenti anche all’Amministrazione Comunale per il sostegno, nella speranza che periodi come questi possano ripetersi, nell’interesse degli ospiti e degli ospitanti.

Menzione particolare per i ragazzi. I veri protagonisti di questo ritiro; che hanno insegnato ai ragazzi della nostra Scuola Calcio, valori che spesso vengono dimenticati nei campi di periferia.

Dedizione, sacrificio, ma soprattutto educazione e disponibilità.

Questi i valori che più di altri sono stati notati dai nostri ragazzi e che pensiamo possano essere di esempio e di stimolo per future fortune sportive e di vita.

Grazie al Cagliari Calcio. I colori rossoblù accomunano le nostre Società…… non può essere solo un caso.

Grazie a tutti.

Grazie Casteddu

(Edo Pirisi)